LA MIGLIORE STRATEGIA PER OTTENERE RISULTATI REALI

TikTok ha un nuovo sistema di avvisi per scoraggiare la disinformazione

TikTok ha un nuovo sistema di avvisi per scoraggiare la disinformazione

L’app continua la sua lotta alle fake news con un banner che avvisa i tiktoker se un video contiene informazioni non ancora verificate

TikTok continua il suo lavoro contro la disinformazione sulla piattaforma già attivo grazie al lavoro svolto dai fact-chcker che aiutano il portale a identificare l’accuratezza dei contenuti – in Italia lo fa Pagella Politica – segnalando l’eventuale falsità di un’informazione in modo che il TikTok possa rimuoverla. Se un evento è ancora in corso e non ci sono sufficienti informazioni per verificare la notizia, la situazione si fa più difficile. In questo caso, però, TikTok ha deciso di agire preventivamente, facendo si che il suo algoritmo escluda questi contenuti dai suggerimenti nel feed dei “Per te”.

L’applicazione però ha scelto di non fermarsi, implementando le sue misure difensive contro la disinformazione con l’obiettivo di limitare il più possibile la condivisione di video contenenti fake news. Il portale informerà direttamente gli utenti quando individua un video che contiene informazioni non verificate: TikTok mostrerà all’utente un banner sui video i cui contenuti non possono essere verificati con certezza anche dopo essere passati sotto l’occhio del fact-checking.

Qualora gli utenti riproducessero il video contrassegnato, vedrebbero apparire in alto un banner grigio che li informa che il contenuto del filmato è stato contrassegnato come non verificato. Un avvertimento che la piattaforma ha deciso di mostrare per dare poi la possibilità all’utente di scegliere se tenere conto o meno delle informazioni contenute nel video appena visualizzato.

Allo stesso modo, il banner agirà anche dal lato creator: chi ha caricato un video il cui contenuto non può essere ancora verificato riceverà una notifica. L’autore del video saprà così di aver pubblicato un conteuto che contiene informazioni potenzialmente fuorvianti e non veritiere. TikTok spiegherà quali potrebbero essere gli effetti della disinformazione, chiedendo al creator di essere più consapevoli dell’impatto che i loro video hanno sulla community.

Infine, qualora un utente decidesse di condividere un video segnalato come potenzialmente non veritiero, TikTok gli chiederà la conferma dell’azione mettendo l’utente davanti a una scelta responsabile: non condividere un video potenzialmente disinformante. Secondo TikTok questo sistema funziona. “Nei test abbiamo notato che la condivisione di video che contengono informazioni non verificate diminuisce del 24%, mentre i mi piace calano del 7%”, scrive Gina Hernandez, Product Manager, Trust & Safety sul blog della società.

Fonte: https://www.wired.it/internet/social-network/2021/03/23/tiktok-fact-checking-fake-news/