LA MIGLIORE STRATEGIA PER OTTENERE RISULTATI REALI

Deliveroo quanto puo valere dopo la quotazione in Borsa

Deliveroo, quanto può valere dopo la quotazione in Borsa

La capitalizzazione di mercato, in base alla fascia di prezzo per azione, potrà arrivare a 8,8 miliardi di sterline: una pietra miliare per la City

Per la stampa britannica è già diventato “il più grande debutto sui mercati di Londra in dieci anni”: è l’offerta pubblica iniziale preparata da Deliveroo che quoterà le azioni nel segmento standard della City, in una fascia di prezzo compresa fra 3,9 e 4,6 sterline ciascuna. La capitalizzazione di mercato all’ammissione della startup di food delivery dovrebbe essere così compresa fra 7,6 e 8,8 miliardi di sterline, come ha annunciato la stessa compagnia.

Per il Regno Unito la quotazione sarà una pietra miliare per validare il proprio sistema borsistico appena riformato, nell’ottica di attirare altre compagnie tecnologiche che spesso scelgono i mercati americani per raccogliere finanziamenti. La modifica ha reso disponibile una nuova struttura struttura duale delle azioni, che potrà includere sia quelle ordinarie di classe A, con un voto ciascuna sia di classe B, con venti voti ciascuna. Sebbene non ancora ammessa al segmento premium della borsa di Londra, è proprio questa la formula scelta da Deliveroo.

Così, detenendo appena il 6,3% delle azioni, il fondatore Will Shu, avrà così diritti di voto per il 57,5%, assicurandosi per tre anni il controllo sulle strategie aziendali. Scaduto tale termine, diventeranno tutte di classe A. Lo stesso Shu starebbe progettando di vendere 6,7 milioni di azioni del suo pacchetto che, in base al prezzo più alto, potrebbero fruttargli 30,8 milioni di sterline.

Deliveroo ha iniziato a raccogliere da lunedì gli ordinativi per oltre 384 milioni di azioni messe sul mercato, che dovrebbero valere circa 1,77 miliardi di sterline (2,4 miliardi di dollari). Un miliardo di sterline i ricavi lordi che la compagnia prevede di incassare, per reinvestirli in upgrade della piattaforma e investimenti nella consegna della spesa alimentare. Il resto dei proventi verrà suddiviso tra Amazon e altri investitori che hanno creduto in Deliveroo sin dall’inizio. Il gigante dell’ecommerce detiene attualmente il 15,8% delle quote, ma dovrebbe vendere circa 23,3 milioni di azioni. In base al prezzo più alto guadagnerebbe 148 milioni di dollari, per scendere a una quota dell’11,5%. Secondo Bloomberg, tra gli investitori anche Index Ventures, Dst, Greenoak, Bridgepoint e Accel dovrebbero vendere quote.

D’altro canto, Deliveroo ha deciso di rendere disponibili 50 milioni di sterline in azioni per l’acquisto da parte dei propri stessi clienti. La compagnia afferma che il valore lordo delle transazioni fra gennaio e febbraio è aumentato del 121% anno su anno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Fonte: https://www.wired.it/economia/finanza/2021/03/23/deliveroo-londra-quotazione/